martedì 23 Luglio 2024

Amministrazione Trasparente
La trasparenza costituisce strumento di prevenzione e contrasto della corruzione ed è intesa come accessibilità delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle Pubbliche Amministrazioni allo scopo di favorire forme di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche. Questo stesso concetto è stato ribadito nella delibera dell’ANAC n. 1310 del 28 dicembre 2016 (Prime linnee guida recanti indicazioni sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel D.Lgs. 33/2016 come modificato dal D.lgs. 97/2016).

A cura della Dott.ssa Agresti Giuliana
(Responsabile Unico della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza Amministrativa).

Punto di contatto
Tel/Fax: 0824 47269
info@ordineveterinaribenevento.it

Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) – Articolo 39 – Compiti del responsabile della protezione dei dati
1. Il responsabile della protezione dei dati è incaricato almeno dei seguenti compiti:
a) informare e fornire consulenza al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento nonché ai dipendenti che eseguono il trattamento in merito agli obblighi derivanti dal presente regolamento nonché da altre disposizioni dell’Unione o degli Stati membri relative alla protezione dei dati;
b) sorvegliare l’osservanza del presente regolamento, di altre disposizioni dell’Unione o degli Stati membri relative alla protezione dei dati nonché delle politiche del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento in materia di protezione dei dati personali, compresi l’attribuzione delle responsabilità, la sensibilizzazione e la formazione del personale che partecipa ai trattamenti e alle connesse attività di controllo;
c) fornire, se richiesto, un parere in merito alla valutazione d’impatto sulla protezione dei dati e sorvegliarne lo svolgimento ai sensi dell’articolo 35;
d) cooperare con l’autorità di controllo;
e) fungere da punto di contatto per l’autorità di controllo per questioni connesse al trattamento, tra cui la consultazione preventiva di cui all’articolo 36, ed effettuare, se del caso, consultazioni relativamente a qualunque altra questione.
2. Nell’eseguire i propri compiti il responsabile della protezione dei dati considera debitamente i rischi inerenti al trattamento, tenuto conto della natura, dell’ambito di applicazione, del contesto e delle finalità del medesimo.

1) Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

2) Atti Generali

CODICE DISCIPLINARE:

CODICE DEONTOLOGICO:

LEGGI ISTITUTIVE:

REGOLAMENTO:

  • DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 5 aprile 1950, n. 221
    Approvazione del regolamento per la esecuzione del decreto legislativo 13 settembre 1946, n. 233, sulla ricostituzione degli Ordini delle professioni sanitarie e per la disciplina dell’esercizio delle professioni stesse. (GU n.112 del 16-5-1950 – Suppl. Ordinario)
  • Documento di attestazione 2020
  • Relazione annuale – Anno 2021 – RTPC – PTTI

3) Oneri informativi per Cittadini e imprese

  • Oneri informativi per Cittadini e imprese
  • Documento di attestazione 2020
  • Relazione annuale – Anno 2021 – RTPC – PTTI

 

3) Oneri informativi per Cittadini e imprese

  • Oneri informativi per Cittadini e imprese
  • COMPONENTI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

Consiglio Direttivo dell’Ordine e Collegio dei Revisori dei Conti

  • NOMINA DEL PRESIDENTE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

CURRICULUM VITAE DOTT. PAOLO LEONE

…presto Online

…presto Online

…presto Online

* CANONE DI AFFITTO – Canone di locazione per Affitto della Sede 2° piano in Via Tommaso Rossi, 22 -82100 Benevento [ Importo di € 410/00 (Euro Quattrocentodieci/00) Mensili] * PATRIMONIO IMMOBILIARE – Nessun Immobile di Proprietà

Clicca per Segnalare all'Ordine dei Medici veterinari della Provincia di Benevento
Clicca per Segnalare

L’ ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO mette a disposizione di tutti, dipendenti, collaboratori e fornitori, un nuovo strumento per contrastare i comportamenti illeciti.

Si tratta di una piattaforma informatica attivata nell’ambito del progetto WhistleblowingIT [WhistleblowingPA per le Pubbliche Amministrazioni] promosso da Transparency International Italia e Whistleblowing Solutions Impresa Sociale che permette di inviare segnalazioni di illeciti di cui si è venuti a conoscenza in maniera sicura e confidenziale.

Tra i principali vantaggi di questo strumento vi è la possibilità di segnalare in maniera anonima e di dialogare con il ricevente della segnalazione per approfondire ulteriormente la vicenda.

Per maggiori informazioni sulle procedure di whistleblowing interne all’ente/organizzazione e per inviare una segnalazione, clicca qui

Clicca per Segnalare all'Ordine dei Medici Veterinari di Benevento
Clicca per Segnalare

 

 

Cos’è il Whistleblowing e come inviare una segnalazione

Con l’art. 54 bis del D. Lgs 30 marzo 2001 n.165 e ss.mm. è stata introdotta la disciplina del cosiddetto “Whistleblowing” istituto che consente a colui che viene a conoscenza di condotte illecite in ragione del proprio rapporto di lavoro di segnalarle senza il timore di subire conseguenze pregiudizievoli.
In attuazione di tale istituto la FNOVI ha aderito al progetto WhistleblowingPA di Transparency International Italia e di Whistleblowing Solutions adottando la presente piattaforma informatica che permette di gestire le comunicazioni pervenute da parte del whistleblower con garanzia di riservatezza sia per quanto riguarda l’identità del segnalante che il contenuto delle segnalazioni, le quali sono protette mediante misure di sicurezza e tecniche di cifratura idonee a garantirne la massima segretezza ai sensi del Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati personali.
Competente a gestire le segnalazioni è il Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza (R.P.C.T.).
Possono segnalare i dipendenti a tempo determinato, indeterminato, gli stagisti, i dirigenti, gli amministratori, i collaboratori, i consulenti, i collaboratori di una impresa fornitrice di beni o di servizi.
La segnalazione deve riguardare esclusivamente condotte illecite. Non sono ammesse segnalazioni di carattere personale o che attengono al rapporto di lavoro.
Le segnalazioni anonime saranno oggetto di ulteriori verifiche da parte del Responsabile Prevenzione Corruzione e Trasparenza (RPCT) solo se circostanziate e relative a fatti di particolare gravità.
La segnalazione dovrà contenere le seguenti informazioni:
  • una chiara, dettagliata e completa descrizione dei fatti illeciti;
  • le circostanze di tempo e di luogo in cui si sono verificati i fatti;
  • le generalità dei soggetti coinvolti e di coloro che possono riferire sul fatto;
  • l’indicazione di eventuali documenti che possono confermare la fondatezza dei fatti;
  • indicazione delle motivazioni sull’illiceità dei fatti;
  • ogni altra informazione che possa fornire un utile riscontro circa la fondatezza e la sussistenza dei fatti illeciti segnalati.

La segnalazione è sottratta al diritto di accesso agli atti amministrativi di cui alla L.241/1990.

E’ possibile inviare una segnalazione:

all’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Benevento

all’ Autorità Nazionale Anticorruzione – ANAC

 

Per maggiori informazioni sul progetto WhistleblowingIT [WhistleblowingPA per le Pubbliche Amministrazioni], visita il sito www.whistleblowing.it.

L’Accesso civico (semplice o generalizzato) consente a chiunque di accedere a dati, documenti e informazioni delle pubbliche amministrazioni senza necessità di dimostrare un interesse qualificato (Art. 5, D.Lgs. 33/2013).

  • L’Accesso civico semplice consente a chiunque di richiedere documenti, dati o informazioni che le amministrazioni hanno l’obbligo di pubblicare nella sezione “Amministrazione trasparente” dei propri siti istituzionali, nei casi in cui gli stessi non siano stati pubblicati (art.5, c. 1). Per presentare una richiesta di Accesso civico semplice alla PCM è disponibile il modulo online nella sezione Amministrazione trasparente da inviare al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza
  • L’ Accesso civico generalizzato (o accesso FOIA) consente a chiunque di richiedere dati e documenti ulteriori rispetto a quelli che le amministrazioni sono obbligate a pubblicare (art. 5, c. 2). Per presentare una richiesta di Accesso civico generalizzato relativa a dati e documenti detenuti dal Dipartimento della funzione pubblica, è disponibile il modulo online nella sezione Amministrazione trasparente.

Modulistica per garantire accesso civico: